Filtri olio percolatori per il trattamento secondario dei reflui domestici e acque nere

I filtri olio percolatori sono perfetti come trattamento secondario, a valle di una fossa biologica o di un degrassatore, per raffinare la pulizia dell’acqua. Il trattamento è consigliato prevalentemente per utenze domestiche, in un processo allargato di trattamento delle acque reflue o per mancanza di un collegamento con il sistema fognario pubblico o perché esso richiede dei passaggi precedenti all’immissione nella rete dei reflui domestici. La principale differenza tra filtri percolatori aerobici ed anaerobici sta nella presenza di ossigeno e nella posizione del tubo di uscita: bassa nel primo caso ed alta nel secondo.

I filtri percolatori sono reattori biologici composti da una massa filtrante formata da corpi di riempimento sul quale si sviluppano specifici microorganismi. Questi ultimi sono i responsabili della degradazione del materiale organico. Nel caso di filtro anaerobico, la flora consuma il carico in assenza di ossigeno disciolto, mentre in quello aerobico l’ossigeno è continuamente immesso attraverso la condotta di aerazione.

É polietilene lineare LLDPE il materiale utilizzato per produrre i filtri percolatori, formati attraverso il metodo di stampaggio a rotazione che garantisce la mancanza di giunture e quindi rendendo il prodotto estremamente resistente e duraturo.

I filtri percolatori sono tutti prodotti a norma del Regolamento UE 305/11 inerente ai prodotti da costruzione e della Direttiva Europea 2004/108/EC e nel rispetto della Norma Armonizzata UNI EN 12566-3. Inoltre, alcuni modelli sono realizzati in conformità al DR 1053 del 9/6/2003 della Regione Emilia Romagna.

11 elementi

Imposta la direzione decrescente
per pagina